NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Ottima giornata per Piazza Affari: FTSEMib +1,3%

Ottima giornata per Piazza Affari: FTSEMib +1,3%

In generale progresso i bancari, dopo i ribassi subiti la scorsa settimana: in evidenza MPS, nel giorno dell’assemblea degli azionisti. Rimbalzo di Salvatore Ferragamo

di Edoardo Fagnani 18 dic 2017 ore 17:40

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la prima seduta della settimana con progressi superiori al punto percentuale, in scia ai nuovi massimi registrati da Wall Street. In generale progresso i bancari, dopo i ribassi subiti la scorsa settimana: in evidenza il Monte dei Paschi di Siena, nel giorno dell’assemblea degli azionisti. Rimbalzo di Salvatore Ferragamo, dopo lo scivolone subito venerdì. Seduta decisamente negativa, invece, per IGD.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dell’1,34% a 22.391 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.207 punti e un massimo di 22.403 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l’1,28%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,99%) e il FTSE Italia Star (+0,63%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,3 miliardi di euro, rispetto ai 3,67 miliardi di venerdì (giornata di scadenze tecniche); oggi sono passate di mano 775.458.220 azioni (1.292.768.221 nella seduta di venerdì). Su 390 titoli trattati, 260 hanno registrato un rialzo, mentre le performance negative sono state 114; invariate le restanti 16 azioni.

L’euro è tornato a 1,18 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

borsa-positivaIn generale progresso i bancari, dopo i ribassi subiti la scorsa settimana. Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha precisato che l’ammontare dei crediti deteriorati si è ridotto a 287 miliardi di euro, rispetto al picco di 361 miliardi del 2015.

Ottima giornata per il Monte dei Paschi di Siena. Il titolo dell’istituto senese ha guadagnato il 3,33% a 3,844 euro. Oggi si è riunita l'assemblea degli azionisti della banca chiamata a nominare il nuovo consiglio di amministrazione. Nel corso dell'assemblea l'amministratore delegato del Monte dei Paschi di Siena, Marco Morelli, ha puntualizzato che alla banca occorrerà "tantissimo tempo" per riportare i ricavi ai livelli pre-crisi . Il manager ha precisato che i target finanziari fissati nel piano industriale sono realistici in rapporto all'attuale scenario di riferimento. Tuttavia, Marco Morelli ha aggiunto che la situazione potrebbe modificarsi nel caso in cui venisse adottato l'addendum sui crediti problematici allo studio dalla Vigilanza della BCE.

Buon rialzo anche per Unicredit; il titolo dell’istituto guidato da Jean Pierre Mustier è salito dell’1,73% a 16,43 euro. L’agenzia Fitch ha confermato i rating sulla solidità patrimoniale della banca, fissati a "BBB" (lungo termine), a "F2" (breve termine) e a "bbb" (rating individuale). Il giudizi confermano l’istituto guidato da Jean Pierre Mustier tra gli emittenti non speculativi. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri restano "stabili". Gli analisti di RBC Capital hanno alzato da 20 euro a 21 euro il prezzo obiettivo sull’istituto; gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

Segno più per IntesaSanpaolo (+0,57% a 2,818 euro). Gli analisti di RBC Capital hanno alzato da 3,1 euro a 3,3 euro il prezzo obiettivo sull’istituto; gli esperti hanno confermato il giudizio “Sector Perform” (neutrale). Intanto, Fitch ha ribadito il rating sulla solidità patrimoniale di IntesaSanpaolo, fissato a “BBB”; il giudizio conferma l'istituto tra gli emittenti non speculativi. Gli esperti apprezzano la leadership della banca in Italia in alcuni segmenti di mercato, oltre al modello di business diversificato. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri restano stabili.

Banca Carige invariata a 0,01 euro. L’istituto ligure ha comunicato che durante la seconda seduta dell’offerta in Borsa sono stati venduti i residui 128.881.133 diritti non esercitati nel corso del periodo di offerta in opzione. I titoli danno diritto alla sottoscrizione di complessive 7.732.867.980 azioni ordinarie Banca Carige di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 15 dicembre Oxford Asset Management ha riaperto lo "short" su Banca Carige con una quota dello 0,98%.

Performance negativa, invece, per il BancoBPM (-0,71% a 2,502 euro). L'agenzia DBRS ha confermato i rating di lungo termine (Issuer Rating, Deposit e Senior Debt rating) e i rating di breve termine sull’istituto, fissati rispettivamente a “BBB (low)” e a “R-2 (middle)”. I giudizi confermano l'istituto tra gli emittenti non speculativi. Al contrario, DBRS ha peggiorato le prospettive sui rating per i prossimi trimestri, portandole da "Stabili" a "Negative". Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 15 dicembre Marshall Wace ha incrementato dal 2,27% al 2,4% la posizione corta sul BancoBPM.

 

Chiusura positiva per Salvatore Ferragamo dopo lo scivolone del 6,3% subito nella seduta di venerdì. Il titolo della società del lusso ha recuperato l’1,7% a 21,51 euro. Dopo il profit warning lanciato la scorsa settimana gli analisti di Bryan Garnier hanno limato il prezzo obiettivo su Salvatore Ferragamo, portandolo a 21,5 euro. Gli esperti hanno confermato il giudizio “neutrale”. Bocciatura completa da Mediobanca, che ha tagliato da 22 euro a 18,4 euro il target price sulla società del lusso, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2018/2019; gli esperti di Piazzetta Cuccia hanno anche peggiorato da “Neutrale” ad “Underperform” (farà peggio del mercato) il giudizio. Per lo stesso motivo Equita sim ha sforbiciato da 20,7 euro a 18,7 euro il prezzo obiettivo sull’azienda; gli esperti hanno peggiorato anche il giudizio e consigliano di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio. Sulla stessa lunghezza d’onda Oddo BHF, che ha ridotto da 25,5 euro a 23 euro il target price su Salvatore Ferragamo e ha peggiorato da “Buy” (acquistare) a “Neutrale” il giudizio.

Moncler è salita del 2,27% a 25,21 euro. Il gruppo dei piumini ha siglato l’accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate italiana per l’accesso all’agevolazione fiscale del Patent Box e ha raggiunto un accordo relativamente alle verifiche fiscali in corso, inerenti a tematiche di transfer pricing, già riportate nella Relazione Finanziaria Annuale 2016. Per effetto del beneficio fiscale legato alla Patent Box, per 34 milioni, e del costo netto relativo agli accordi su pendenze fiscali pari a 14,5 milioni, il tax rate di Moncler per l’esercizio 2017 è stimato attestarsi a circa il 26%, rispetto al 33% riportato nell’esercizio 2016. Intanto, gli analisti di Bryan Garnier hanno alzato da 24,5 euro a 26 euro il prezzo obiettivo su Moncler, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per il triennio 2017/2019; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Kepler Cheuvreux, invece, ha incrementato le stime sull’utile per azione per il biennio 2017/2018; gli esperti hanno confermato il prezzo obiettivo di 27,5 euro e l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Ansaldo-STS è salita dello 0,17% a 12,01 euro. Il consiglio di amministrazione della società, tenuto conto di alcuni sviluppi relativi all’area del Nord Europa, nonché dello slittamento nella finalizzazione di alcuni nuovi contratti, ha modificato i target finanziati per il 2017. Nel dettaglio, i ricavi sono stimati tra gli 1,34 miliardi e gli 1,4 miliardi di euro, rispetto alla precedente indicazione di 1,35-1,45 miliardi di euro. La marginalità, prevista in precedenza tra il 9,4% e il 9,8% e ora stimata tra il 7,2% e il 7,6%. Nell'intero esercizio gli ordini dovrebbero collocarsi tra gli 1,1 miliardi e gli 1,5 miliardi di euro, dalla precedente stima compresa tra gli 1,5 e i 2 miliardi di euro. Di conseguenza il portafoglio ordini a fine anno dovrebbe collocarsi tra i 6,1 miliardi e i 6,5 miliardi di euro.

 

IGD ha subito uno scivolone del 6,24% a 1,022 euro, dopo uno stop per eccesso di ribasso in avvio di giornata. La società ha sottoscritto un accordo preliminare per l’acquisizione di un portafoglio composto da 4 gallerie commerciali e un retail park per un investimento complessivo pari a circa euro 200 milioni di euro. Inoltre, la società ha annunciato l’intenzione di procedere ad un aumento di capitale per un controvalore massimo di 150 milioni di euro volto al parziale finanziamento dell’acquisizione. Dopo queste indicazioni, gli analisti di Banca Akros hanno tagliato da 1,3 euro a 1,2 euro il prezzo obiettivo su IGD, ipotizzando una diluizione dell’utile per azione per i prossimi esercizi. Gli esperti hanno anche peggiorato da “Buy” (acquistare) ad “Accumulate” il giudizio.

 

TerniEnergia è balzata del 16,7% a 0,66 euro. La società ha annunciato di aver ricevuto da un primario operatore di investimento internazionale nel settore fotovoltaico un’offerta vincolante per l’acquisto di alcuni impianti fotovoltaici per complessivi 16,8 MW, detenuti dalle SPV (Special purpose vehicle) Energia Alternativa, Soltarenti, Guglionesi e Solter. La transazione, dalla quale si attende un incasso complessivo massimo di circa 16,6 milioni di euro, prevede anche l’assunzione da parte dell’acquirente di debiti finanziari legati agli impianti per un massimo di complessivi 41,7 milioni circa.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Circa 10 euro come paga oraria minima per tutti i lavoratori dipendenti non coperti dai CCNL. Il salario minimo legale è uno dei punti più importanti del progremma del PD Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »