NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Piazza Affari completa il recupero (grazie alle banche)!

Piazza Affari completa il recupero (grazie alle banche)!

Giornata tutta in rosso, ma salvata sul finale, per Piazza Affari. Il FTSEMib, con un balzo nelle ultime fasi di contrattazione, ha chiuso in positivo e sui massimi della giornata

di Mauro Introzzi 18 ago 2017 ore 17:48

Giornata tutta in rosso, ma salvata sul finale, per Piazza Affari. Il FTSEMib, con un balzo nelle ultime fasi di contrattazione, ha chiuso in territorio frazionalmente positivo e sui massimi della giornata. A guidare il recupero i titolo del comparto bancario. Incerte le altre piazze del Vecchio Continente e l'apertura di Wall Street.

 

A Piazza Affari quella di oggi era una giornata di appuntamenti tecnici: scadevano i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine ad agosto 2017.

Nel frattempo la Banca d'Italia ha comunicato l'ennesimo record storico per il debito pubblico italiano. Secondo i dati contenuti nel Bollettino Statistico mensile di Bankitalia a giugno 2017 il debito pubblico ha passato i 2.280 miliardi di euro, attestandosi a 2.281,4 miliardi, in salita di più di 2 miliardi di euro rispetto ai 2.278,9 miliardi di fine maggio, che rappresentava il record precedente.

 

Il FTSEMib ha così terminato la giornata con un rialzo dello 0,12% a 21.815 punti, ai massimi della seduta dopo aver toccato in mattinata anche un minimo di 21.566 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,07%. Segno meno per il FTSE Italia Mid Cap (-0,47%) e il FTSE Italia Star (-0,67%).

Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,8 miliardi di euro dagli 1,9 miliardi di euro di ieri; oggi sono passate di mano 353.507.322 azioni (385.915.031 azioni nella seduta diieri ). Su 354 titoli trattati, 115 hanno registrato un rialzo, mentre le performance negative sono state 217; invariate le restanti 22 azioni.

Euro a quota 1,175 sul dollaro.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

borsa-italiana_1I bancari hanno guidato il recupero del listino principale. UBI Banca è salita dell'1,39%, BPER Banca dello 0,78%.

In rialzo 2,16% BancoBPM. Secondo quanto riporta Il Messaggero ci sarebbero cinque società interessate ad un accordo di bancassicurazione con l'istituto: Generali, Cattolica Assicurazioni, Covèa, Zurich e Allianz.

Unicredit in progresso dellì1,59%. Secondo quanto emerge dalle comunicazioni della Consob sulle partecipazioni rilevanti a far data dall'11 agosto scorso Norges Bank era accreditata di una quota del 3,248% del capitale dell’istituto di Mustier. In precedenza il fondo scandinavo non aveva obblighi di comunicare la sua partecipazione.

 

In rosso Fiat Chrysler Automobiles (-0,74%). Tutti i principali player dell’auto cinesi hanno smentito di aver in programma di lanciare un’offerta sul gruppo guidato da Sergio Marchionne.

Nel frattempo gli analisti di Barclays hanno alzato da 10,2 a 13 euro il loro target price sulla società. Il giudizio della banca britannica è “equalweight”.

 

In calo dell'1,95% CNH Industrial. I dati del colosso del settore, l'americana Deere, hanno battuto le attese degli addetti ai lavori per quanto riguarda gli utili ma i ricavi sono rimasti sotto il consensus. Decisamente cauto anche l'outlook del gruppo sui prossimi mesi.

 

Tra gli energetici Enel in rialzo dello 0,7%. Secondo quanto emerge dalle comunicazioni della Consob sulle partecipazioni rilevanti a far data dal 15 agosto 2017 BlackRock era accreditato di una quota del 5,615% del capitale del gruppo elettrico. In precedenza il colosso americano del risparmio gestito non era sottoposto all'obbligo di informativa della sua partecipazione, che quindi non era rilevante.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »