NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Il FTSEMib chiude con un ribasso. Vendite sulle banche

Il FTSEMib chiude con un ribasso. Vendite sulle banche

Il Corriere della Sera ha riportato le nuove indicazioni della Commissione Europea in merito alla gestione delle situazioni più problematiche. In rialzo solo Banca Carige

di Edoardo Fagnani 12 ott 2017 ore 17:41

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta odierna con variazioni frazionali. In mattinata il Tesoro ha proceduto con l’emissione di tre Btp per un ammontare di quasi 7,5 miliardi di euro: il rendimento del settennale è stato fissato all’1,53%, mentre quello del trentennale è risultato di poco superiore al 3,3%. In generale ribasso i bancari, con la sola eccezione di Banca Carige. Si segnala il forte rialzo ribasso subito dal BancoBPM.

Il FTSEMib ha registrato una flessione dello 0,68% a 22.399 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.378 punti e un massimo di 22.571 punti. Il FTSE Italia All Share ha subito un calo dello 0,58%. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,14%) e il FTSE Italia Star (-0,6%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,09 miliardi di euro, rispetto ai 2,7 miliardi di ieri; nella seduta odierna sono passate di mano 566.914.430 azioni (796.852.860 nella seduta odierna). Su 379 titoli trattati, 201 hanno terminato la giornata odierna con un calo, mentre le performance positive sono state 160; invariate le restanti 18 azioni.

L’euro ha oscillato intorno agli 1,185 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

azioni-di-mercatoIn generale ribasso i bancari. Il Corriere della Sera ha riportato le nuove indicazioni della Commissione Europea in merito alla gestione delle situazioni bancarie più problematiche. Il quotidiano ha segnalato che la commissione “proporrà presto un’iniziativa di legge per fissare i livelli minimi di accantonamento unicamente per i casi di default originati da prestiti futuri”.

Chiusura decisamente negativa per il BancoBPM (-3,57% a 3,076 euro). Secondo quanto scritto su MF nelle prossime settimane l’istituto “attende le offerte non vincolanti sul portafoglio Sun, uno stock di crediti non garantiti dall’importo nominale di circa 2 miliardi di euro”. Con questa operazione il BancoBPM porterebbe a circa 4,5 miliardi l’ammontare delle cessioni di crediti deteriorati effettuate nel biennio 2016/2017, rispetto a un obiettivo di 8 miliardi di euro da smaltire entro il 2019. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che l’11 ottobre Marshall Wace ha incrementato la posizione corta sul BancoBPM, portandola dall'1% all'1,23%.

Segno meno anche per Unicredit; il titolo dell’istituto guidato da Jean Pierre Mustier è sceso dell’1,39% a 17,06 euro. Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che l’11 ottobre AQR Capital Management ha incrementato la posizione corta su Unicredit portandola dall'1% all’1,1%.

Performance peggiore per UBI Banca (-3,43% a 4,114 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che l’11 ottobre Marshall Wace ha aumentato dall'1,7% all'1,83% la posizione corta sulla banca. Bridgewater Associates, invece, ha aperto una posizione corta dello 0,51% sull’istituto.

Andamento positivo per Banca Carige. Il titolo dell’istituto ligure ha registrato un progresso dell’1,29% a 0,236 euro. Banca Carige ha annunciato i risultati preliminari dell'operazione di liability management exercise (“LME”) lanciata il 29 settembre 2017. Nel dettaglio, l’offerta relativa al “Perpetual Tier I Junior Subordinated Notes due 2018”, ha ottenuto adesioni pari al 92,19% dell’importo offerto in scambio, il Low Tier II da 50 milioni di euro ha ottenuto adesioni pari al 100% dell’importo offerto in scambio, il Low Tier II da 100 milioni di euro ha ottenuto adesioni pari al 99,4% dell’importo offerto in scambio, mentre il Low Tier II da 200 milioni di euro ha ottenuto adesioni pari al 79,17% dell’importo offerto in scambio. Banca Carige ha ricordato che le offerte di scambio contengono anche istruzioni di voto favorevole per le assemblee degli obbligazionisti che si terranno il 21 ottobre 2017; di conseguenza, le assemblee raggiungeranno il quorum costitutivo e le relative delibere straordinarie saranno approvate in prima convocazione.

Azimut Holding ha ceduto il 3,5% a 17,38 euro. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno limato da 20 euro a 19,5 euro il prezzo obiettivo sulla compagnia, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile netto per il triennio 2017/2019. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

Italgas ha guadagnato lo 0,72% a 4,77 euro. Gli analisti di Berenberg hanno iniziato la copertura sull’azienda con un prezzo obiettivo di 5,3 euro e l’indicazione di acquisto delle azioni. Gli esperti apprezzano la politica dei dividendi adottata dall’azienda e stimano una crescita annua della cedola dell’8% nei prossimi esercizi.

 

Ottima giornata per Stefanel (+4,08% a 0,204 euro). La società ha comunicato che il Tribunale di Treviso ha omologato l’accordo di ristrutturazione dei debiti e rafforzamento patrimoniale dell'emittente pubblicato nel Registro Imprese il 3 agosto 2017. Stefanel ha ricordato che l'emissione del decreto di omologazione da parte del Tribunale costituiva una delle condizioni a cui l'efficacia dell'accordo di ristrutturazione era subordinata.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: BCA CARIGE ITALGAS BANCO BPM
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »