NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » FTSEMib: chiusura in lieve rosso (ma quasi sui minimi)

FTSEMib: chiusura in lieve rosso (ma quasi sui minimi)

Seduta in lieve ribasso per il principale indice di Piazza Affari e le borse del Vecchio Continente. A Milano occhi ancora puntati sulle banche. Tra i singoli titoli bene Saipem e Tenaris

di Mauro Introzzi 11 dic 2017 ore 17:37

Seduta in lieve ribasso, e sui minimi di giornata, per il principale indice di Piazza Affari. In lieve rosso anche le borse del Vecchio Continente. A Milano occhi ancora puntati sulle banche. Tra i singoli titoli bene Saipem e Tenaris. Nulla da segnalare dal versante macroeconomico. Poco mossa anche l'apertura di Wall Street.

Così il FTSEMib ha terminato la giornata quasi ai minimi della seduta con un calo dello 0,36% a 22.691 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.684 punti e un massimo di 22.838 punti. Il FTSE Italia All Share è sceso dello 0,25%. In rialzo frazionale il FTSE Italia Mid Cap (+0,13%) e il FTSE Italia Star (+0,55%).

Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,21 miliardi di euro, rispetto ai 2,52 miliardi di venerdì; oggi sono passate di mano 999.018.234 azioni (3.275.793.167 nella seduta di venerdì). Su 385 titoli trattati, 164 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 201; invariate le rimanenti 20 azioni.

L’euro è risalito lievemente intorno agli 1,18 dollari.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

indice-borsaA Milano occhi puntati su bancari. In calo dell'1,68% BancoBPM. Il Sole24Ore, nella sua edizione di domenica, parla della gara che scade nella giornata di oggi per il portafoglio da circa 1,8 miliardi nominali di non performing loan unsecured (cioè non garantiti) dell'istituto. Secondo il quotidiano in corsa ci sarebbero sette soggetti. Tra i nomi sicuri dei partecipanti ci saranno Banca IFIS (+2,71%), la divisione dedicata di Deutsche Bank, i polacchi di Kruk, il fondo internazionale Anacap più altri 3 fondi internazionali attivi nelle transazioni sui portafogli unsecured. Non sarà invece della partita, secondo le indiscrezioni, la svedese Lindorff-Intrum Iustitia, che ha appena rilevato in Italia la piattaforma servicer Caf. Intanto gli analisti di UBS hanno deciso di abbassare da 4 a 3,7 euro il loro target price sull'istituto, confermando il giudizio "buy" (acquistare).

In ribasso del 2,06% Unicredit, che domani presenterà a Londra l’aggiornamento del piano strategico al 2019. Secondo quanto riporta Affari & Finanza de La Repubblica l'istituto di Jean Pierre Muster potrebbe mettere in cantiere lo sbarco in paesi più solidi dell’Italia e un’altra operazione di cessione di npl.

Tra gli altri bancari IntesaSanpaolo ha perso lo 0,14%, UBI Banca lo 0,29%

 

Tra gli energetici bene Saipem (+2,51%). L’inserto economico del lunedì del Corriere della Sera racconta la sua recente evoluzione. Il gruppo è diventato un trasformatore tecnologico che punta sulle rinnovabili. Il pezzo cita ad esempio il campo eolico marino nelle Shetland, che darà luce a un milione di case. Il gruppo sta preparando il piano industriale 2018-2021 che sarà presentato il prossimo febbraio-marzo: primario sarà il ruolo, appunto, dell’eolico offshore, del solare a concentrazione e degli impianti di produzione del bioetanolo per carburanti ecologici.

In positivo anche Tenaris (+2,76%).

 

Un cambiamento di giudizio, da parte di Goldman Sachs, per Leonardo (+0,1%). La banca d'affari americana ha alzato da "hold" (mantenere) a "buy" (acquistare) il suo rating sul gruppo della difesa. Il target price è stato invece abbassato da 15,8 a 12,3 euro.

 

Fuori dal FTSEMib fari su Salini Impregilo (-0,06%). La società ha comunicato di essersi aggiudicata contratti per un valore complessivo di 490 milioni di dollari in Oman, Abu Dhabi e negli Stati Uniti.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: LEONARDO BANCO BPM UNICREDIT SAIPEM TENARIS
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Circa 10 euro come paga oraria minima per tutti i lavoratori dipendenti non coperti dai CCNL. Il salario minimo legale è uno dei punti più importanti del progremma del PD Continua »