NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Isagro, ecco le caratteristiche dell'aumento di capitale

Isagro, ecco le caratteristiche dell'aumento di capitale

L’aumento prevede l'emissione di due categorie di azioni: le azioni ordinarie e le azioni sviluppo. L'operazione dovrebbe portare nelle casse dell'azienda fino a un massimo di 27,8 milioni

di Edoardo Fagnani 22 apr 2014 ore 11:58
Isagro chiede soldi ai propri azionisti con un aumento di capitale che dovrebbe portare nelle casse dell'azienda fino a un massimo di 27,8 milioni di euro, al netto dei costi dell'operazione.
La società, specializzata nel mercato degli agrofarmaci (prodotti per la protezione delle colture agricole), ha deciso di dotarsi delle risorse per far fronte al fabbisogno finanziario complessivo di 12,4 milioni di euro e per finanziare gli investimenti relativi principalmente allo sviluppo di nuove Registrazioni e alla difesa straordinaria dei Prodotti di proprietà.

LEGGI ANCHE: Il piano industriale di Isagro: dividendo dal 2016

L’aumento di capitale prevede l'emissione di due categorie di azioni: le azioni ordinarie e le azioni sviluppo.
Come specificato nel prospetto informativo, queste ultime sono prive del diritto di voto nell’assemblea dei soci, mentre bgodono del diritto di voto nell’assemblea speciale dei possessori di azioni sviluppo a norma e con le maggioranze di legge.
Inoltre, le azioni sviluppo si convertono tutte e automaticamente in azioni ordinarie, nel rapporto di uno a uno, nel caso in cui Piemme, che attualmente è posta al vertice della catena di controllo Isagro, dovesse ridurre, direttamente o indirettamente, la sua partecipazione al di sotto della soglia 50%, ovvero nel caso in cui dovesse sorgere in capo a una o più persone un obbligo di promuovere un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria, alla quale i possessori di azioni sviluppo potranno aderire a seguito della conversione delle loro azioni in azioni ordinarie con diritto di voto.
Infine, le azioni sviluppo hanno un privilegio nella ripartizione degli utili di cui l'assemblea deliberi la distribuzione. Gli utili saranno ripartiti tra le azioni ordinarie e le azioni sviluppo in modo che a queste ultime spetti un dividendo complessivo maggiorato, rispetto a quello delle azioni ordinarie, del 20%.

TABELLA - Le caratteristiche dell'aumento di capitale di Isagro

AUMENTO CAPITALE ISAGRO
   
Numero massimo di azioni ordinarie emesse 7.000.000
Numero massimo di azioni speciali emesse 14.175.000
Controvalore complessivo dell'operazione 29.000.000 euro
Numero azioni alla data del prospetto 17.550.000
Numero azioni in caso di integrale sottoscrizione 24.550.000 ordinarie
14.175.000 speciali
Rapporto di assegnazione pacchetto composto da 40 azioni ordinarie e 81 azioni speciali ogni 100 azioni possedue 
Prezzo di sottoscrizione 165,77 euro per ogni pacchetto
(1,37 euro per azione)
Percentuale di nuove azioni (ordinarie + speciali) su totale azioni ordinarie ante aumento 121,00%
Capitale sociale in caso di integrale sottoscrizione 24.961.250 euro 
   
Prezzo di chiusura delle azioni di giovedì 17 aprile 2,54 euro
Valore di rettifica delle azioni 0,74779991
Prezzo dell'azione all'avvio dell'aumento di capitale 1,899 euro
Prezzo dei diritti all'avvio dell'aumento di capitale 0,6405 euro
Codice ISIN azioni speciali IT0005013542
Codice ISIN diritti azioni IT0005013518
   
Inizio aumento capitale martedì 22 aprile 2014
Termine quotazione diritti martedì 6 maggio 2014
Termine aumento di capitale martedì 13 maggio 2014
Comunicazione dei risultati dell’Offerta Entro il 14 maggio 2014
Assegnazione delle azioni Al termine del periodo di opzione
   
Consorzio di garanzia NO
Impegni di sottoscrizione Holdisa (quota di pertinenza del 54,7%)


Tutti gli articoli su: isagro , aumenti di capitale Quotazioni: ISAGRO ISAGRO AXA ISAGRO AZIONI SVILUPPO
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerla

APE social 2018: a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerla

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »