NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » FtseMib: che il ribasso dia fuoco alle polveri!

FtseMib: che il ribasso dia fuoco alle polveri!

Secondo l'analisi tecnica sul mercato italiano ci sono indizi molto tangibili, almeno tre, per pensare che possa ripartire un movimento ribassista rilevante. Eccoli spiegati

di Redazione Soldionline 6 giu 2016 ore 11:26

Di Fabio Pioli, trader professionista, presidente dell’ Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e titolare di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)

Se nell’articolo precedente (“FtseMib: pronto a stupire”) abbiamo scritto che attendavamo le prove al fine di togliere ogni riserva sulla definitiva partenza del movimento ribassista, nella passata settimana si sono accumulati pesanti indizi a favore.

analisi_26Abbastanza pesanti da giustificare il titolo deciso di questo articolo (la mia scelta è quella di essere il più chiaro possibile sulle probabilità al fine, sempre, di indurre a ragionare e MAI, attenzione, di influenzare le decisioni) ma non sufficientemente, in tutta onestà, da farmi/ci per ora entrare in posizione.

Quali sono questi indizi aggiunti ai precedenti?

In prima misura uno sbilanciamento nei prezzi.

Tale squilibrio si osserva meglio nel grafico dell’indice piuttosto che del future (Figura 1).

ftsemibgiorno-662016-1

Fig 1. Indice FtseMib – Grafico giornaliero


Se la rottura della trend-line dei minimi era effettivamente già avvenuta in data 17 maggio (mentre quella successiva del 20 era dovuta solo allo stacco dividendi), adesso la violazione di tale linea direzionale è stata decisamente confermata.

Questo significa una cosa sola secondo l’analisi tecnica: che il trend è partito.

Ora, per dirla tutta, qualcuno potrebbe eccepire che la linea che unisce i minimi si è spostata verso il basso e non risulta ancora valicata (Figura 2).

ftsemibgiorno-662016-2

Fig 2. Indice FtseMib – Grafico giornaliero

Non condivido questa interpretazione, sia per l’ accenno già fatto all’ effetto stacco dividendi sia per altri parametri interni.

Dunque il primo indizio dice che il triangolo è rotto e il trend è partito al ribasso.

Secondo indizio: la forma del grafico. Come detto da diversi mesi a questa parte, l’ interpretazione personale è che il mercato sia sceso in sole due onde di ribasso e che manchi quindi la terza e finale (onda 5 in Figura 3).

ftsemibgiorno-662016-3

Fig 3. Future FtseMib – Grafico giornaliero


Ciò comporterebbe una partenza per rompere i minimi (con attenzione però ad area di forte supporto 16.500) di area 15.800 punti.

Terzo indizio: l’aspetto psicologico. Come già scritto durante il primo ribasso di Gennaio, il piccolo risparmiatore, che è  stato, come al solito, “congelato” in posizioni long con media a 22.000 punti di indice, fa media tipicamente troppo presto compromettendo del tutto e per sempre le sue speranze di recuperare nel rimbalzo che inevitabilmente segue la conclusione definitiva del ribasso.

Ciò potrebbe essere successo in area 18.000 – 17.000 secondo l’ effetto di due fattori: il fattore tempo, che ha fornito tutte le “opportunità” possibili al risparmiatore  di entrare long e mediare e il fattore accumulo, ossia i piani di accumulo dei fondi comuni che, cadenzialmente, entrano sul mercato (in questo caso però sempre agli stessi prezzi).

Tre indizi dunque non fanno una prova ma sono sufficienti a indurre a raccomandare la massima prudenza ai rialzisti, tanto più che, dopo tale laterale, la direzione finale sarà al 100% esplosiva.

Mi piacerebbe essere ancora più deciso e rigoroso dell’avvisare cautela ma questo lo posso fare solo se sono anche io in direzione e, in questo momento, mancando un elemento alle probabilità che richiedo per entrare in posizione (maggiori 80%), non lo sono ancora.

Se in settimana ci sarà, toglierò ogni riserva, naturalmente, altrimenti mi mantengo con tranquillità aperto al rischio che il mercato crolli senza di me. Senza problemi.
L’importante è mantenersi oggettivi: se manca un elemento da metodo, manca un elemento da metodo.

Strumenti di analisi: onde di Elliott, supporti e resistenze statici e dinamici, triangoli grafici.

Tutti gli articoli su: analisi tecnica , ftsemib
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »