NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Basi Investimento » Il breve, il medio e il lungo periodo

Il breve, il medio e il lungo periodo

Per quanto tempo potete lasciare i vostri soldi investiti? E’ una delle domande cruciali. Perché tempo, rischio e rendimento sono inseparabili. Tre aspetti della stessa cosa

di Marco Delugan

Una delle cose più importanti da scegliere quando si decide di investire in borsa è la durata dell'investimento. Diversi orizzonti temporali vogliono dire diverse strategie di investimento, diversi approcci e diverse tecniche. Le ripartizioni temporali utilizzate in economia e finanza sono quelle di breve, medio e lungo periodo. Le definizioni di breve, medio e lungo periodo che trovate di seguito, però, non devono essere intese in maniera rigida, perché la durata specifica può cambiare nel corso del tempo, per via di cambiamenti nella struttura economica o nelle fasi dei mercati finanziari.

CICLO FINANZIARIO E ORIZZONTE TEMPORALE
Con ciclo economico si intende l'avvicendarsi di fasi di prosperità e di fasi di depressione in un'economia di mercato. In generale, il ciclo economico dei mercati finanziari dura circa cinque anni. In termini di orizzonte temporale dell'investitore, un periodo di tale durata viene di solito considerato come lungo periodo. Un orizzonte temporale di durata ancora maggiore, più di dieci anni, coprirà diversi cicli.

LUNGO PERIODO, RISCHIO E RENDIMENTO
Poter investire sul lungo periodo - cinque anni o più - permette di affrontare rischi rilevanti - con maggiori potenzialità di rendimento, inteso in senso ampio - e di utilizzare l'intero panorama degli strumenti finanziari, comprese le azioni a "crescita aggressiva".

COME INVESTIRE NEL BREVE E NEL MEDIO PERIODO
Per gli orizzonti di breve e medio periodo - inferiori ai cinque anni - l'investimento in azioni non dovrebbe essere considerato: l'investimento azionario rende sul lungo periodo. Un orizzonte temporale inferiore ai cinque anni limita l'investitore ai titoli a reddito fisso. Se si ha bisogno del denaro entro uno o due anni, ci si dovrà limitare ai titoli a scadenza più breve: fondi monetari, obbligazioni a breve, e certificati di deposito a breve.

Una prospettiva di medio periodo - dai due ai cinque anni - permette qualche possibilità in più per ottenere ritorni più alti usando le obbligazioni di medio periodo (meno di cinque anni) e certificati di deposito di medio periodo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »