NAVIGA IL SITO
Home » Esperto Risponde » Cosa sono i FAANG?

Cosa sono i FAANG?

Un lettore ci chiede lumi sui FAANG del Nasdaq

di Mauro Introzzi 15 giu 2017 ore 17:01

domanda_4Ciao!
Avete scritto in questi giorni del momento di difficoltà dei FAANG. Ma cosa sono? Intuisco sia un acronimo e qualcosa legato al Nasdaq ma non riesco bene a decifarlo. Mi aiutate?
Mail firmata

 

Gentile lettore buongiorno.

Come esattamente ha intuito FAANG è proprio acronimo. Formato dalle iniziali di 5 grandi big della tecnologia americana, i più grandi e importanti. In ordine, quando si parla di FAANG, ci si riferisce a Facebook, Apple, Amazon, Netflix e Google. Quest'ultima si chiamerebbe in realtà Alphabet (è il nome che ha preso la holding qualche mese fa) ma nell'acronimo ha mantenuto il suo nome più celebre.

Non penso che i 5 colossi abbiano bisogno di ulteriori specifiche: catalizzano una buonissima parte degli scambi e capitalizzano una quota superiore ai 2.400 miliardi di dollari, una somma più alta del Pil italiano. Per far capire quanto siano importanti sul mercato americano basti pensare che attualmente rappresentano il 12% circa della capitalizzazione totale dello Standard & Poor's 500 (che come dice il termine raccoglie 500 aziende).

La loro crescita in questi anni è stata impetuosa: Negli ultimi 4 anni Facebook è salita del 544%, Amazon del 268%, Apple del 170%, Netflix del 441% e Google del 124%. Nello stesso periodo il Nasdaq (ma anche grazie alle 5 superstar) è salito dell'84% e lo Standard & Poor's 500 del 50%.

Spero di aver chiarito la sua curiosità.

Mauro Introzzi

Tutti gli articoli su: wall street
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Come integrare la pensione anche cominciando tardi

Come integrare la pensione anche cominciando tardi

Sarebbe meglio cominciare presto, ma per chi va in pensione adesso i cambiamenti del sistema pensionistico avvenuti negli ultimi decenni non erano prevedibili quando era, appunto, presto Continua »