NAVIGA IL SITO
Home » Esperto Risponde » Differenza tra Partecipata e Controllata

Differenza tra Partecipata e Controllata

Un lettore ci chiede qual è la differenza tra una società partecipata e una controllata

di Mauro Introzzi 24 set 2013 ore 15:46
Quesito. Qual è la differenza tra una società partecipata e una controllata? Che tipo di controllo esercita il partecipante/controllante dal punto di vista gestionale ed economico? Può il partecipante/controllante "rescindere" il rapporto che la lega all'altra società?


Gentile lettore buongiorno!
La differenza sta nella percentuale di quota posseduta. Se chi "sta sopra" nella catena possiede il 50% più un'azione si dice che CONTROLLA la società perché può esprimere in assemblea la maggioranza assoluta. Questo status permette di prendere praticamente tutte le decisioni di ordinaria amministrazione mentre per decisioni più radicali (tipo quelle prese nelle assemblee straordinarie per modifiche allo statuto o per operazioni di finanza straordinaria) sono necessarie percentuali di controllo più elevate vista la necessità di quorum più alti.
Le percentuali per definite "PARTECIPANTE" una società rispetto a un'altra sono invece quelle inferiori al 50%. In questo caso il potere di influenza sulla partecipata è funzione di quanti amministratori la partecipante esprime nel board della partecipata.
Saluti!
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Come licenziarsi da un rapporto di lavoro dipendente

Come licenziarsi da un rapporto di lavoro dipendente

Perché può capitare che le cose vadano male e ci si voglia liberare anche di un rapporto di lavoro abbastanza protetto come quello dipendente. Vediamo in questa guida come si può fare Continua »

da

ABCRisparmio

Come Investire in Valute Pregiate

Come Investire in Valute Pregiate

Investire in valute pregiate è un'opportunità concreta di diversificare il proprio portafoglio. Lo si può fare acquistando Etf e aprendo un conto valutario Continua »