NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » La politica della Banca Centrale Cinese

La politica della Banca Centrale Cinese

Tra le tante Banche Centrali, quella che va in direzione ostinata e contraria oggi è la Banca di Cina: ed il mercato obbligazionario lancia segnali di stress

di Valter Buffo 15 giu 2017 ore 09:15

Commento giornaliero di www.recce-d.com

 

yuan_2Come abbiamo scritto già lunedì scorso, in un mondo sommerso dalla liquidità risulta allora più significativa (e forse la più importante di tutte) la politica della Banca Centrale cinese PBOC. Perché? Perché va nettamente in direzione opposta: sta attuando una vera e propria stretta della liquidità, con effetti significativi sia sul mercato obbligazionario interno, sia sul cambio dello yuan all’esterno. Proprio martedì, la cosa è arrivata sulla prima pagina del Wall Street Journal, che è il quotidiano economico a maggiore diffusione sul Pianeta, che ha presentato il problema nel modo che vedete sotto.

 

cina-bond

 

I dati ai quali si riferiva martedì il WSJ noi ve li riproponiamo sotto, nel primo dei due grafici: si vede con chiarezza che oggi i titoli cinesi ad un anno rendono più dei decennali, e che questa stranissima situazione si è presentata solo un’altra volta in precedenza. Vale quindi la pensa di dedicare la vostra attenzione a questo, più che alla Federal Reserve, alla Bank of England, o alla Banca del Giappone: perché probabilmente è qui che si farà la storia, almeno la storia del vostro portafoglio e delle vostre performances del 2017. Specie se, come vedete nel secondo grafico sotto, i tassi di interesse a breve in Cina continueranno a salire, con conseguente stretta sulla liquidità interna (e rivalutazione dello yuan), che frenerà inevitabilmente la crescita dell’economia reale.

 

CONCLUSIONE   Tra le tante Banche Centrali, quella che va in direzione ostinata e contraria oggi è la Banca di Cina: ed il mercato obbligazionario lancia segnali di stress

 

cina-bond-spread

Fonte: ZH

 

tassi-interesse-in-cina

Fonte: ZH

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 15 giugno 2017, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.     La riunione della Fed ha prodotto, come Recce’d vi ha scritto nel weekend, un tumulto valutario
  2.     I dati per l’inflazione negli Stati Uniti erano inferiori alle attese: ma pesa soprattutto il dato per le vendite al dettaglio
  3.     La riunione della BoE di oggi: non si farà nulla, ma è importante quello che si dirà
  4.     SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo del nostro SHORT sull’Italia, sia in Borsa sia sui BTp
  5.     SEZIONE L'ANALISI    questa settimana il tema del nostro approfondimento è il tema che sarà anche al centro della riunione di dopodomani alla Federal Reserve. Ovvero: e adesso che ce ne facciamo di 5.000 miliardi di obbligazioni?

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutti gli articoli su: recced , cina
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »