NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » Il test delle trimestrali USA

Il test delle trimestrali USA

Anche oggi guarda alla stagione delle trimestrali negli Stati Uniti, che si aprirà questa settimana

di Valter Buffo 9 gen 2018 ore 08:58

Commento giornaliero di www.recce-d.com

 

Come avete letto già ieri mattina, il 2017 è stato un anno durante il quale le aspettative per gli utili aziendali (dello stesso 2017) sono aumentate, e non diminuite come accade più spesso: il miglioramento però è stato del 2,90% circa, e non si tratta quindi di nulla che possa supportare l’andamento dalle Borsa. Nel corso del 2011, il miglioramento come vedete fu addirittura doppio. Notavamo ieri mattina che nel 2018 i tassi di crescita anno-su-anno degli utili USA non potranno più contare sul confronto (molto favorevole) con il 2016, bensì dovranno utilizzare come base il 2017. Molto più difficile, pertanto, “battere le previsioni” in termini di crescita: un test molto importante per il rally. Oggi vogliamo proseguire in quel lavoro, ripartendo proprio dall’andamento delle previsioni nel corso del 2017: il primo grafico sotto vi ripropone, in modo più chiaro, quale è stata la differenza tra il 2017 e gli anni precedenti, ed in aggiunta vi espone, nella parte destra, quali sono oggi sia l’utile per azione atteso (con riferimento allo S&P 500) ed anche il rapporto P/E atteso (con riferimento al medesimo indice). Nel secondo grafico, poi, vi mostriamo che il rapporto tra revisioni positive e negative, sempre negli USA, oggi sta al di sopra della media storica, ma non risulta particolarmente elevato, come fu ad esempio nel 2003 e nel 2010, dopo le due grandi crisi. Come già detto ieri, qui vediamo dati che sono positivi, ma non sufficienti a supportare il clima euforico, ed i “nuovi record” della Borsa americana. Questi sono dati, ed elementi di giudizio, che vi aiuteranno a filtrare i nuovi dati in arrivo, da venerdì 12, con la stagione delle trimestrali.

 

differenza-tra-il-2017-e-gli-anni-precedenti

Fonte: Wolfe

 

revisioni-positive-e-negative

Fonte: BofA ML

 

Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 9 gennaio 2018, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1.     Si ferma la discesa del dollaro Usa e si fermano tutte le Borse
  2.     Si è fermato, nel primo giorno della nuova settimana, anche il prezzo del petrolio che rimane però sempre sopra 60$
  3.     In Asia stamattina la Borsa di Shanghai rimane sopra ai 3300 punti
  4.     SEZIONE L'OPERATIVITA'    questa settimana sul piano operativo ci occupiamo di gestione di portafoglio a fronte delle sempre più frequenti “esternazioni” in arrivo dalla Casa Bianca
  5.     SEZIONE L'ANALISI    il tema della nostra Analisi sarà la crescita economica USA, visti i dati della settimana scorsa, ed in attesa di vedere le vendite al dettaglio

 

recced-logo_1

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutti gli articoli su: recced , trimestrali usa
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Salario minimo legale: la proposta di Matteo Renzi

Circa 10 euro come paga oraria minima per tutti i lavoratori dipendenti non coperti dai CCNL. Il salario minimo legale è uno dei punti più importanti del progremma del PD Continua »

da

ABCRisparmio

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

APE social 2018: come funziona, domanda e requisiti

Ape social è un'indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua »