NAVIGA IL SITO
Home » Analisi di Scenario » Dalle valute la prima mossa?

Dalle valute la prima mossa?

Recce’d vi spiega perché sembra probabile, nelle prossime settimane, una forte sorpresa dal mondo delle valute e dai cambi, che resta il termometro più sensibile delle tensioni finanziarie internazionali

di Valter Buffo 26 set 2016 ore 09:13

Commento giornaliero di www.recce-d.com

Nelle ultime tre settimane i contributi di Recce’d a SoldiOnline.it hanno riguardato prima i temi di mercato del mese di settembre, poi le diverse strategie di investimento, ed infine la settimana scorsa alcuni dei prodotti finanziari che oggi sono al centro dell’attenzione. Da oggi, torniamo ad accendere i riflettori sui mercati: gli appuntamenti più importanti di settembre erano quelli della settimana scorsa (le riunioni di Bank of Japan e Federal Reserve) ma da questi appuntamento gli operatori non hanno ricavato le indicazioni che si attendevano. Non quelle che si attendeva il “consenso”, in ogni caso: altre indicazioni però sono arrivate, anche se in pochi le hanno colte e commentate. Ma noi oggi non vogliamo guardare ancora al recente passato: e vogliamo invece utilizzare lo spazio e la vostra attenzione per estendere lo sguardo al futuro. Chi segue la nostra produzione di analisi sa che Recce’d prevede che arriverà dal mondo dei cambi la prima forte spinta al cambiamento, che da qui a fine 2016 cambierà il panorama dei mercati finanziari del Pianeta. Dopo un periodo estivo di calma (relativa: lo vedete nel primo grafico in basso) ci aspettiamo un quarto trimestre durante al quale, a prescindere dalla direzione (in su oppure in giù) ci sembra più che probabile una forte variazione dei livelli di tutti i maggiori indici: materie prime, azioni, ma ancora di più obbligazioni e valute. Nel secondo grafico in basso, potete vedere che in ogni caso già nel mese di giugno il livello di volatilità dei FX era elevato, e vicino ai massimi della crisi del 2011. Proprio dalle valute arriverà a nostro parere il primo segnale, e riporterà la volatilità ai livelli del 2011: anche altre opinioni convergono su questa visione, come leggete qui in basso e come discuteremo con voi anche domani.

Currency swings will increase later this year as investors weigh the potential outcome of the U.S. presidential election and the likelihood of a Federal Reserve year-end interest-rate increase. The predicted volatility resurgence follows a period of calm that started in July, after traders absorbed the initial shock of the U.K.’s Brexit vote. The J.P. Morgan Global FX Volatility Index, a gauge of expected swings in the currency market, climbed to 9.9 percent Friday, while remaining below its 10.7 percent average this year. "Once it gets closer to the election, and the call gets closer on who will be the next president, volatility should rise from currently rather low levels," said Constantin Bolz, a foreign-exchange strategist at UBS’s wealth management unit in Zurich. “We have a strong view that volatility is going to pick up toward year-end,” said Douglas Borthwick, the New York-based head of currencies at Chapdelaine & Co.

suppressed-volatility

fx-market-volatility

CONCLUSIONE   Recce’d vi spiega perché sembra probabile, nelle prossime settimane, una forte sorpresa dal mondo delle valute e dai cambi, che resta il termometro più sensibile delle tensioni finanziarie internazionali.
 
Nel daily dedicato ai Clienti, The Morning Brief, di oggi 26 settembre 2016, abbiamo trattato i seguenti temi:

  1. Si risolverà questa settimana la questione 2200 punti per l’indice della Borsa di New York?
  2. L’OPEC che si riunisce dopodomani sposterà il prezzo del petrolio?
  3. Draghi la settimana scorsa ha detto che in Eurozona ci sono troppe banche: che cosa sta preparando la BCE?
  4. SEZIONE L'OPERATIVITA'  perché arriverà dalle valute il primo, forte scossone di questa parte finale del 2016
  5. SEZIONE L'ANALISI   la stampa internazionale parla ogni giorno del tema della “inequality”: di che cosa si tratta? E perché riguarda da vicino noi investitori?

 

recced-logo

La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
Tutti gli articoli su: recced , valute
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »

da

ABCRisparmio

Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay. Continua »