FtseMib: un rally inverso

Come succede spesso le attese per un rally di fine anno hanno deluso le aspettative. Non esiste infatti nessuna statistica rilevante a supporto dell’ aspettativa di una salita delle quotazioni per l’ ultimo periodo dell’ anno e tutto si limita a livello di “detto” o usanza.

Data News 02/01/2018

di Fabio Pioli

Di Fabio Pioli, trader professionista, presidente dell’Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e titolare di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)


Come succede spesso le attese per un rally di fine anno hanno deluso le aspettative.

Non esiste infatti nessuna statistica rilevante a supporto dell’ aspettativa di una salita delle quotazioni per l’ ultimo periodo dell’ anno e tutto si limita a livello di “detto” o usanza.
Così come per le notizie.

Come scritto nell’ articolo “FtseMib: ma come non era forte?” il conflitto si può risolvere  esclusivamente a livello comportamentale, non predittivo.

Era giusto entrare long in area 22.400 - 23.000 (Figura 1)? No. Ma non perché si sapeva che i prezzi sarebbero scesi. Non sarebbe stato giusto entrare long anche se si fosse poi saliti.

 

Fig 1. Future FtseMib – Grafico settimanale


Un comportamento deve essere corretto ex-ante, perché nasce in condizioni future sempre dubbie ed incerte e, nel nostro caso, non era corretto comprare perché si sarebbe comprato in un mercato già in trend rialzista e non “all’ inizio” di un trend rialzista.
Ci si sarebbe trovati in condizioni di rischio non conosciute ed esposti a probabilità di storno. ANCHE SE FOSSE SALITO (e questo è più difficile da comprendere, visto che adesso si osserva un grafico che è sceso).

Cosa ci riserva il 2018, dunque.
Per non contraddirci, togliamoci dal mondo soggettivo delle previsioni, delle idee e della confusione mentale e facciamoci un augurio: che terremo sempre il comportamento giusto.

Per fine 2017 esso consisteva nel non acquistare e nello shortare; a inizio 2018 consisterà nel gestire bene la posizione short.

I primi livelli di supporto sono rispettivamente quelli attuali, 21.500 e 21.100 (Figura 2)

 

Fig 2. Future FtseMib – Grafico settimanale

poi ci sono le coperture dei gap a 19.330 e 17.800 circa (Figura 3)

 

Fig 3. Future FtseMib – Grafico settimanale

senza naturalmente escludere (ma non verrebbe presa a meno di aver prima fatto uno storno serio) una coda di rialzo che tocchi i 23.700 punti (Figura 4)

 

Fig 4. Future Ftse Mib – Grafico settimanale

Quindi per il 2018 faccio a tutti un augurio di fare sempre le scelte giuste!


Strumenti di analisi: analisi delle onde di Elliott, supporti e resistenze dinamici.


La titolarità dell'analisi che qui riportiamo è dell'autore della stessa, e l'editore - che ospita questo commento - non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.

Articoli correlati
Outbrain
Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi articolo sul sito

© Copyright 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152
Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.