MID CAP: +32,3% nel 2017: ecco i migliori e i peggiori

Società a media capitalizzazione protagoniste a Piazza Affari anche nel 2017. I titoli del comparto hanno confermato la tendenza a sovraperformare le aziende del FTSEMib

Data News 03/01/2018

di Edoardo Fagnani

Società a media capitalizzazione protagoniste a Piazza Affari anche nel 2017, beneficiando anche della nuova normativa sui PIR introdotta dal governo.

I titoli del comparto hanno confermato la tendenza degli ultimi esercizi a sovraperformare le aziende quotate al FTSEMib.

 

Leggi anche: FTSEMib, +13,6% nel 2017: ecco i migliori e i peggiori dell'anno

 

MID CAP: L'ANDAMENTO NEL 2017

Lo scorso esercizio l’indice di riferimento, il FTSE Italia MID CAP, ha registrato un balzo del 32,3%, passando dai 32.099 punti di inizio anno ai 42.474 punti della chiusura di venerdì 29 dicembre.

Nel 2017 il listino delle società a media capitalizzazione ha oscillato tra un minimo di 32.099 punti (il valore di inizio anno) e un massimo di 43.930 punti, toccati al termine della seduta del 1° novembre.

Lo scorso anno il FTSE Italia MID CAP ha chiuso con una performance positiva in 158 occasioni, mentre i ribassi sono stati 93; tre sedute sono terminate sulla parità. Il progresso più consistente è stato quello del 24 aprile, giornata chiusa con rialzo del 2,26%, in seguito ai risultati delle elezioni presidenziali francesi. La peggiore performance giornaliera è stata quella del 17 maggio, seduta chiusa con una flessione del 2,56%.

Elevata la volatilità del FTSE Italia MID CAP: la differenza percentuale tra massimo e minimo è stata pari al 35%, valore che si confronta con il 24% del FTSEMib.

 

MID CAP, I TREND DEL 2017

Il FTSE Italia MID CAP ha registrato un trend moderatamente positivo nel corso dei primi due mesi del 2017, per poi accelerare nei tre mesi successivi, fino a raggiungere il massimo di periodo a 40.728 punti. A giugno l’indice ha oscillato intorno a quota 40mila punti, per scendere sotto quota 39mila punti negli ultimi giorni del mese.

Nel bimestre luglio-agosto il FTSE Italia MID CAP ha oscillato intorno a quota 40mila punti, mentre a inizio settembre il trend è diventato positivo e ha portato l’indice a raggiungere il massimo dell’anno a 43.930 punti a inizio novembre. Nelle prime due settimane del mese sono scattate le prese di beneficio e il FTSE Italia MID CAP è scivolato sotto quota 41.500.

Nelle ultime settimane del 2017 l’indice ha oscillato tra i 42.500 e i 43.500 punti.

 

GRAFICO - Andamento del MID CAP nel 2017 (elaborazione Soldionline.it)

 

MID CAP, I MIGLIORI DEL 2017

I migliori del 2017 al MID CAP
Fincantieri +164,75%
Juventus FC
+153,99%
ASTM +134,11%
Biesse +121%
SIAS +91,6%

La migliore performance del 2017 al FTSE Italia MID CAP è stata registrata da Fincantieri, che è balzata del 164,8%, più che raddoppiando il prezzo delle azioni da inizio anno. Gli operatori hanno apprezzato i risultati operativi dei primi nove mesi del 2017, che hanno evidenziato un buon andamento dei ricavi e del margine operativo lordo; di conseguenza, gli analisti che seguono il titolo hanno incrementato il target price sul titolo.

Altre tre società hanno più che raddoppiato il proprio valore nel corso del 2017: si tratta di Juventus FC (+154%), ASTM (+134,1%) e Biesse (+121%).

 

MID CAP, I PEGGIORI DEL 2017

I peggiori del 2017 al MID CAP
Popolare Sondrio
-2,69%
Cairo Communication
-2,62%
Tod's -1,46%
Ansaldo-STS +1,35%
Danieli&C. +2,59%

Solo tre le performance negative al FTSE Italia MID CAP nel 2017.

La peggiore del listino è stata registrata dalla Popolare di Sondrio, che lo scorso anno ha perso il 2,7%. Il titolo ha chiuso sui minimi dell’anno, in seguito alla flessione subita nella seconda metà del 2017. Nel corso della seconda parte dell’esercizio si sono susseguite le voci di una possibile integrazione con il Creval, un’operazione che non ha trovato i favori degli operatori. Nonostante le smentite dei vertici della Popolare di Sondrio, il titolo non è riuscito a riportarsi sui massimi annuali toccati a luglio.

Le restanti due performance negative sono state registrate da Cairo Communication (-2,6%) e da Tod’s (-1,5%).


Articoli correlati
Outbrain
Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi articolo sul sito

© Copyright 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152
Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.